fbpx

Il protocollo MFY e Mindfulness Matters come soluzione per ridurre lo stress e l’ansia tra gli studenti

da | Mar 16, 2023 | Adolescenza ed infanzia, MBSR | 0 commenti

L’aumento dello stress e dell’ansia tra gli studenti sta diventando un problema sempre più pressante nelle scuole. Secondo un sondaggio effettuato presso il liceo Berchet di Milano, e riportato dal quotidiano La Repubblica, oltre il 50% degli studenti soffre di stress e ansia a causa della scuola, mentre il 53% sente una forte pressione da parte degli insegnanti e il 57% non affronta con serenità le prove orali e scritte.

Il preside del liceo Berchet di Milano, Domenico Guglielmo, ha dichiarato che le difficoltà principali sono state provocate dalla pandemia e dalla didattica a distanza. Il Liceo cercando di fornire un supporto maggiore di tipo didattico, come corsi integrativi di italiano e matematica e di tutoraggio tra pari e studio assistito con la presenza di un docente. 

In aggiunta a queste misure, è importante considerare l’importanza della salute mentale degli studenti. L’ansia e lo stress possono avere conseguenze negative sulla salute mentale e fisica, come dimostra la tragica vicenda di una studentessa 30enne che ha deciso di togliersi la vita, aveva smesso di frequentare l’università di Fisciano, la tragica vicenda è riportata in un articolo del quotidiano Il Mattino. Il 7 dicembre dello stesso anno a perdere la vita fu, invece, un 21enne, lanciatosi dallo stesso parcheggio multipiano di Daniela. Di fronte a queste situazioni preoccupanti, diventa sempre più importante trovare soluzioni per ridurre lo stress e l’ansia.

Secondo i dati forniti dall’OMS, circa 300 su 4.000 casi di suicidio ogni anno riguardano giovani e ci sono vari fattori che influenzano la condizione degli studenti, come lo status economico, il genere, le dipendenze e le difficoltà di comunicazione. Inoltre, il malessere potrebbe derivare dalla percezione di una forte pressione scolastica e dalla mancanza di prospettive per il futuro. Lo conferma uno studio di Nathaniel von der Embse, docente presso la Scuola di Psicologia dell’Università di South Floridaha in cui ha definito l’ansia da esame come una condizione in cui le persone sperimentano estrema angoscia e ansia prima e durante le situazioni di test.

Una possibile soluzione potrebbe essere rappresentata dal protocollo MFY e Mindfulness Matters. Questi protocolli prevedono l’uso della mindfulness come strumento per ridurre lo stress e l’ansia e promuovere il benessere mentale.

Il protocollo MFY (Making Friends with Yourself) e Mindfulness Matters, sono stati progettati per aumentare le abilità di autocompassione nei ragazzi e negli adolescenti, perchè insegnano loro i principi e la pratica della mindfulness, utili a fronteggiare le sfide di un periodo di vita ricco di cambiamenti fisici e psichici e a sviluppare la consapevolezza di ciò che accade nel loro corpo e nella loro mente in modo da poter gestire meglio le loro emozioni e il loro comportamento e concentrarsi sul presente, senza giudicare i propri pensieri o emozioni.

Integrare ed insegnare questi programmi nella scuola può aiutare gli studenti ad affrontare meglio lo stress e l’ansia, e a sviluppare abilità di regolazione emotiva che saranno utili per tutta la vita.